Associazioni medici, norma su clandestini inutile e pericolosa

Redazione DottNet | 23/03/2009 13:47

Un 'no' netto al provvedimento in discussione al Parlamento che, se approvato, darà la possibilità a medici e infermieri di segnalare gli immigrati irregolari che richiedono e ricevono cure sanitarie. L'opposizione arriva da molte associazioni di medici, tra cui Medici senza frontiere (Msf), Società italiana di medicina delle migrazioni (Simm), Associazioni studi giuridici sull'immigrazione (Asgi) e Osservatorio italiano sulla salute globale (Oisg), che all'ospedale San Camillo di Roma, in occasione del 'Noi non segnaliamo day', hanno
elencato in una conferenza i motivi della loro protesta.
 

Anche la Regione Lazio ha appoggiato l'iniziativa. Numerose altre manifestazioni dei camici bianchi si sono svolte in altre città d'Italia. "Il provvedimento non deve passare - spiega Salvatore Geraci, presidente della Simm - perché si tratta di una proposta inutile, dannosa e pericolosa. E' inutile perché non farebbe diminuire l'immigrazione clandestina, ma la renderebbe ancora più nascosta e sommersa. Sarebbe dannosa perché metterebbe a rischio la salute di tante persone, italiane e straniere. E pericolosa perché trasferisce il problema della clandestinità dalla politica agli ospedali, luoghi invece nati per la cura indiscriminata delle persone".
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato