Terapia fotodinamica, nuovo patch autoadesivo di acido 5-aminolevulinico

Redazione DottNet | 25/03/2009 10:00

diagnosi dopamina iss parkinson psichiatria

La terapia fotodinamica è largamente utilizzata per il trattamento della cheratosi attinica (AK) ma potrebbe essere facilitata dall’uso di un nuovo patch a base di acido 5-aminilevulinico. A questo scopo è stato condotto uno studio per valutare l’efficacia e la sicurezza del patch rispetto alla terapia convenzionale, alla crioterapia, ed al placebo. 449 pazienti arruolati allo studio, sono stati randomizzati al trattamento con patch o altre terapie.

 

Dopo 12 settimane il gruppo trattato mostrava un miglioramento dei sintomi rispetto al gruppo placebo (P < 0.001) ed a quello trattato con crioterapia(P = 0.007). La percentuale di efficacia è stata dell’82% per il patch, dell’89% per la terapia fotodinamica, del 77% per la crioterapia e del 29% per il placebo. In seguito all’applicazione del patch o della crioterapia si sono presentati in quasi pazienti reazioni cutanee. L’unico effetto collaterale non correlato all’applicazione locale è stata l’emicrania e si è manifestata in più di un paziente. In conclusione il patch a base di acido 5-aminolevulinico è efficace e sicuro e rappresenta un’alternativa alle terapie convenzionali per il trattamento della cheratosi attinica.
 

Per saperne di più