Il Fluocinolone inibisce l'angiogenesi nelle cellule dell'epitelio pigmentato della retina

Oculistica | Redazione DottNet | 27/03/2009 11:52

È stato eseguito uno studio sull’effetto inibitorio del fluocinolone sull’espressione del fattore di crescita endoteliale VEGF nelle cellule epiteliali pigmentate della retina e sull’angiogenesi indotta dal TNF-α. Attraverso test come ELISA RT-PCR ed MTT sono stati valutati gli effetti dose dipendenti del fluocinolone sulla produzione di VEGF, sull’espressione dell’mRNA, del VEGF e la citotossicità.

L’effetto inibitorio del fluocinolone sull’angiogenesi indotta dal TNF-α è stato analizzato con il test della membrana corioallantoica. Dai risultati sembra che il fluocinolone inibisca la secrezione di VEGF e l’espressione dell’mRNA di VEGF in modo dose dipendente, senza avere un effetto citotossico. Un trattamento preventivo con un farmaco con attività antagonista sui recettori dei glucocorticoidi inibisce l’effetto mediato dal fluocinolone. Questo dimostra che l’effetto inibitorio del fluocinolone (50ng/egg) sull’angiogenesi indotta dal TNF-α è mediato dall’attivazione dei recettori dei glucocorticoidi.
 

 

Per saperne di più
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato