Scuole di specializzazione, un tavolo politico per i nuovi iscritti

Redazione DottNet | 30/03/2009 15:48

Il problema delle scuole di specializzazione per le professioni mediche, dove spesso l' offerta di posti disponibili non combacia con le richieste di iscrizione dei medici specializzandi, sarà affrontata in un apposito tavolo politico.

 Lo ha detto Ferruccio Fazio, sottosegretario al Ministero del welfare. ''Ci sarà un tavolo politico per verificare i fabbisogni regionali - ha detto Fazio - per identificare i criteri per la copertura delle varie scuole. Ho parlato con il ministro dell'istruzione Mariastella Gelmini per la convocazione del tavolo. Il mio impegno è di concludere al massimo entro il 15 settembre dell'anno prossimo, e sono sufficientemente ottimista sul risultato''. Al momento, le scuole di specializzazione sono state riconfermate più o meno sulla formula dell'anno scorso, per evitare di far perdere un anno agli specializzandi. Con il tavolo politico, gli obiettivi saranno ''identificare delle metodologie trasparenti e condivise con le Regioni - ha precisato il sottosegretario - a seguito delle quali identificare in modo concreto e utile, e prospetticamente in linea con le necessità regionali, le necessità di formazione per i nuovi medici''. A margine di questo confronto, ha concluso, ''sarà affrontato anche il problema degli infermieri: il fabbisogno stimato è di 22 mila, ma le università ne formano più o meno 12 mila l'anno'': l'obiettivo sarà colmare questa differenza.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato