Accesso ai farmaci innovativi. Da AIFA inclusione e nuove opportunità

Aifa | Redazione DottNet | 22/07/2018 16:44

Nel 2017 l'11,7% in più di dosi giornaliere

Sempre più persone in Italia possono essere curate con farmaci innovativi senza dover spendere nulla di tasca propria. Lo dimostrano i 13,4 milioni di dosi giornaliere dispensate dal Servizio Sanitario Nazionale nel 2017, con un aumento dell'11,7% rispetto ai 12 milioni nel 2016.   Dati "indicativi di una politica di inclusione e di apertura adottata dall'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) negli ultimi anni" rispetto all'innovazione terapeutica. E' quanto scrive il direttore generale dell'Aifa Mario Melazzini, in un editoriale pubblicato sul portale dell'agenzia regolatoria, che punta l'attenzione su uno degli aspetti emersi dal Rapporto Osmed sull'uso dei farmaci in Italia. Vengono definiti 'innovativi' quei medicinali di nuova generazione, come alcuni tipi di oncologici e di antivirali che, attraverso "robusti studi clinici", dimostrano di avere "un valore terapeutico aggiunto rispetto alle alternative disponibili", ovvero essere più efficaci e con un'azione più mirata rispetto alla patologia.

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato

Ultime News