Aziende studiano 'salvagente' per informatori in esubero

Redazione DottNet | 01/04/2009 23:16

"La crisi dell'informazione medico-scientifica è drammatica", con esuberi stimati in 10 mila addetti sui 32 mila in Italia. "Riassorbirli tutti è impensabile", ma la possibilità di 'ricovertirne' almeno alcuni su nuovi incarichi "non va esclusa" a priori. Resta per ora un'ipotesi quella illustrata da Giorgio Ghignoni, executive director di Pfizer Italia, a Milano in occasione del convegno 'Le nuove regole del market access per le imprese della salute', organizzato da Business International.
 

E pur con tutti i dubbi del caso, l'idea di un 'salvagente' per gli informatori scientifici del farmaco, categoria colpita da pesanti tagli a livello internazionale, non viene bocciata nemmeno da Eugenio Aringhieri, amministratore delegato del Gruppo Dompé: pensare a nuovi ruoli per riutilizzare gli informatori? "A volte può valere la pena", afferma.
A lanciare il sasso durante una tavola rotonda è Alberto Drei di HBI, consulente per numerose società farmaceutiche e autore di varie pubblicazioni su marketing e vendite e nuovi modelli organizzativi nel settore. L'esperto azzarda un parallelismo fra comparto farmaceutico e grande distribuzione, e sottolinea come "la rete di vendita" sia "un valore aggiunto" fra i principali anche per le imprese del farmaco. Si potrebbe quindi pensare di utilizzare questa forza lavoro su altre funzioni tutte da definire.
La crisi del modello tradizionale basato sull'attività degli informatori è certo evidente, "ma dire che il modello è morto sarebbe un po' troppo semplicistico - commenta Ghignoni - Se oggi le aziende farmaceutiche sono quello che sono - riflette - molto lo devono anche all''armata' di informatori" che per lunghi anni ha rappresentato uno strumento chiave per parlare a medici e ospedali. Il modello, dunque, non va cancellato bensì "ripensato". Si può insomma ragionare su "nuovi ruoli", in cui alcuni informatori potrebbero 'incanalare' la propria competenza scientifica. "Con una trentina di area manager su 120 ci siamo riusciti", conclude il manager di Pfizer.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato