Efsa tranquillizza su rischi da superbatterio in cibi e animali

Redazione DottNet | 01/04/2009 23:18

Il gruppo ha raccomandato di ampliare le linee guida per lo screening dei pazienti al momento del ricovero negli ospedali, includendo le categorie professionali esposteal contatto con bestiame negli allevamenti intensivi.

 

Il parere scientifico, al quale ha anche contribuito il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), è stato elaborato inparallelo con il lavoro dell'Agenzia europea per i medicinali (Emea) su altri aspetti collegati al superbatterio.
Proprio l'Emea ha infatti pubblicato un documento di riflessione sull'impiego di agenti antimicrobici nel bestiame e negli animali da compagnia, relativo al rischio d'infezione da Mrsa negli animali. È prevista, infine, la pubblicazione di un documento di sintesi che
raccoglie le conclusioni delle tre agenzie comunitarie sul tema, che arriverà entro l'anno.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato