Roma, parte in farmacia la campagna "salviamo l'intestino"

Redazione DottNet | 02/04/2009 15:22

colon intestino oncologia retto tumori aritmia cardiologia

Quattro semplici questionari di autodiagnosi da compilare e consegnare al farmacista che, valutandoli, potrà eventualmente indirizzare il paziente ad una visita specialistica. Funzionerà così la campagna per la prevenzione dei tumori colorettali, della stipsi e dell'incontinenza urinaria e fecale, che prenderà il via in 900 farmacie di Roma e provincia dal 6 aprile al 31 maggio.

 L'iniziativa 'Scegli la prevenzione, trovi la vita' e' promossa dall'Universita' di Roma La Sapienza - Azienda ospedaliera Policlinico Umberto I e da Assiprofar, Federfarma Roma con la collaborazione di Benefibra. Testimonial della iniziativa è l'attore Orso Maria Guerrini. La campagna riguarda 4 patologie dell'apparato digerente tra le più diffuse, a partire dal tumore colorettale che rappresenta ancora oggi la seconda causa di morte per cancro nei paesi occidentali e che in Italia conta 15.000 morti l'anno. Molto diffuse anche la stipsi, che colpisce il 30% della popolazione generale, e l'incontinenza urinaria e fecale che riguarda soprattutto gli anziani e resta fonte di tabù ed emarginazione. Ma tali patologie possono essere prevenute, con una corretta alimentazione e con esami per una diagnosi precoce. Da qui la campagna con i questionari di autodiagnosi: sulla base dei risultati, il farmacista potrà indirizzare il paziente ad una visita specialistica che verrà svolta presso l'Università La Sapienza. Un'iniziativa, ha commentato il presidente di Federfarma Roma Franco Caprino, che ''dimostra come la farmacia possa incidere fortemente sulla possibilità di prevenzione nei confronti della popolazione''. L'auspicio, ha concluso, è poter estendere tale formula sul territorio ed anche per altre patologie.