Vitiligine, guarito il 90% dei pazienti

Dermatologia | Redazione DottNet | 04/04/2009 12:25

Soluzione in 6 mesi per il 90% dei pazienti affetti da vitiligine, malattia non contagiosa caratterizzata dalla comparsa sulla cute o sulle mucose di chiazze bianche, che ha anche disastrosi effetti a livello psicologico e sulla qualità della vita.

 Ne ha parlato il professor Torello Lotti (Università di Firenze) al Convegno Winter Academy, forum scientifico internazionale aperto ai Paesi del Medio Oriente e asiatici, in svolgimento in Svizzera, a Saint Moritz. La novità consiste in un trattamento misto eseguito con la microfototerapia fatta con raggi UVB a banda stretta, alcune creme cortisoniche e creme a base di inibitori della calcuneurina, fattore intracellulare importante nel meccanismo che porta all'attivazione delle cellule linfocitarie. Il trattamento è stato sperimentato su 500 pazienti seguiti per sei mesi. Il relativo studio, pubblicato su Dermatologic Therapy, è stato eseguito da ricercatori del Centro interuniversitario CIDEBIT, che riunisce gli atenei di Firenze, Siena e Milano e di cui Lotti è direttore. Ma hanno collaborato anche l'Università di Praga e la Brussels Clinic di Bruxelles. ''Con questo trattamento - afferma Lotti, che è anche il presidente eletto della Società di Dermatologia SIDEMAST - si sono ottenuti in soli sei mesi risultati strabilianti in oltre il 90% dei pazienti, che hanno avuto una ripigmentazione di oltre il 75%, minimizzando gli effetti collaterali negativi della terapia''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato