Frattura del femore più cara di un infarto

Redazione DottNet | 05/04/2009 15:34

La frattura di un femore costa al Servizio sanitario nazionale più di un infarto. In media,
infatti, per la prima si spendono circa 10.000 euro tra ricovero e riabilitazione, mentre per l'infarto la cifra è 'solo' di 7.300 euro (riabilitazione compresa). Lo spiega Prisco Piscitelli, epidemiologo dell'Isbem (Istituto scientifico biomedico euromediterraneo) di Brindisi, a margine del congresso Ecceo 2009 sull'osteoporosi.
 

Il 'tarlo delle ossa' "colpisce il 10% delle italiane quarantenni, il 15% delle cinquantenni, il 30% delle sessantenni - ricorda Piscitelli - per arrivare fino a una ottantenne su due. In questo caso la fragilità dello scheletro espone a seri rischi anche per piccoli incidenti. E gli uomini non sono immuni: in 800.000 - conclude - sono colpiti dall'osteoporosi, contro 4 milioni di donne".
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato