Sport si mobilita per campagna Faip su lesione midollo spinale

Redazione DottNet | 06/04/2009 11:18

certificati-online Inps medicina-generale

Il mondo dello sport si è mobilitato per la campagna Faip (Federazione associazioni italiane para-tetraplegici) 'Si alzi chi può' sulla lesione midollare. La solidarietà scende in campo con i campioni della Serie A di calcio e della Serie A e Lega 2 di basket.

 

Le partite di calcio dell'undicesima giornata di ritorno del campionato di Serie A, infatti, Sono state aperte dalla sfilata di uno striscione di sensibilizzazione prodotto dalla Faip, di formato 10 metri per 1, che è stato portato a centrocampo per il fischio d'inizio dai bambini, mentre dagli spalti i maxi schermi proietteranno degli spot realizzati dalla Faip con l'ausilio del commento degli speakers. Uno striscione di 5 metri è stato invece esposto dagli spalti dei Palasport dove si disputeranno le partite della Lega A di basket in programma.
"Ci teniamo a ringraziare la Lega Calcio e la Federbasket per il sostegno offerto a 'Si alzi chi può' - dichiara Raffaele Goretti, presidente della Faip - una campagna che ha anche il sostegno e il patrocinio dal Comitato paralimpico italiano (Cip), e che si pone l'obiettivo di accendere i riflettori sulla vita e le esperienze delle 75 mila persone con lesione midollare, per ribadire l'urgenza di investire di più in ricerca focalizzata sulla lesione al midollo
spinale, con l'obiettivo di migliorare la qualità della vita, all'insegna del motto 'Una vita piena e soddisfacente è possibile'". Per sostenere la ricerca basta inviare un sms al 48586. Si dona un euro da cellulare Tim, Vodafone, Wind, due euro da telefono fisso Telecom Italia.