WSJ, Abbott era interessata a Wyeth

Aziende | Redazione DottNet | 08/04/2009 10:29

Anche Abbott Laboratories, oltre a Pfizer, aveva mostrato interesse verso l'eventuale acquisto di Wyeth: a metà dicembre si sono infatti tenuti incontri al vertice delle due aziende, ma l'americana ha poi deciso di desistere a causa di problemi riguardanti il prezzo da pagare e altre questioni. A svelare il retroscena è il Wall Street Journal.

Abbott - riporta il quotidiano economico statunitense - prese contatti con Wyeth poco dopo aver saputo degli accordi che essa stava per stringere con Pfizer. Il colosso newyorkese ha poi avuto la meglio dopo aver offerto, lo scorso 26 gennaio, la cifra record di 68 miliardi di dollari. La transazione deve ancora chiudersi, ma in un documento ufficiale Pfizer aveva effettivamente parlato di una 'compagnia X' che aveva offerto non più di 40 dollari per azione, superati dai 50,19 assicurati dalla stessa Pfizer. L'affare Abbott-Wyeth, secondo fonti vicine alle società, non sarebbe andato in porto a causa della preoccupazione di Abbott per la minore disponibilità di liquidi rispetto a Pfizer, cosa che avrebbe impedito all'azienda di competere in maniera equilibrata in questa battaglia. Fra i 'contro' anche Enbrel* (etanercept), farmaco antiartrite di Wyeth di cui Abbott produce un competitor, chiamato Humira* (adalimumab).

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato