Fda, attenzione alla atomoxetina

Redazione DottNet | 10/05/2009 22:10

medicina pediatria psicofarmaci certificati-online sanità-pubblica

L'Ue deve prendere posizione sull'atomoxetina, il potente psicofarmaco che, come denunciato dalla Food & Drug Administration Usa, stimola idee di suicidio nei minori e può causare complicazioni mortali al fegato.

 E' quanto sottolinea l'europarlamentare Cristiana Muscardini (Pdl) che sull'argomento ha presentato un'interrogazione. Muscardini ricorda che ''questo psicofarmaco viene usato da centinaia di migliaia di bambini in Europa per intervenire sulla cosiddetta sindrome 'Adhd', ovvero minori eccessivamente agitati e distratti''. Nell'interrogazione, la parlamentare chiede se sia vero che nessuna lettera o comunicato sia stata inviata dall'Emea (Agenzia europea del farmaco) ai medici specialisti che nell'Ue seguono i programmi terapeutici per questo tipo di sindrome. Secondo quanto si è appreso, sottolinea Muscardini, tra gli ultimi casi anche quelli di due bambini italiani di 9 e 10 anni ''indotti dal consumo di questo farmaco a maturare idee di suicidio''. Alla Commissione, Muscardini chiede di ''sollecitare l'Emea ad una revisione immediata delle schede tecniche e dei foglietti illustrativi, rendendo obbligatori anche in Europa i black box con l'evidenza sulle confezioni dei potenziali gravi effetti collaterali come è da tempo obbligatorio su tutto il territorio americano''.