Fofi, medicinali online un pericolo reale

Farmacia | Redazione DottNet | 14/04/2009 14:09

Occhio alle farmacie virtuali. A rilanciare l'allarme - dopo "l'interessante servizio realizzato da 'Striscia la notizia' il 7 aprile sull'acquisto online di farmaci da prescrizione" - sottolineando la pericolosità del fenomeno, è la Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani (Fofi), che lo aveva denunciato alcune settimane fa.
 

"E' bene che trasmissioni così seguite mettano in luce i pericoli insiti nel procurarsi senza ricetta farmaci che la richiedono, ancor più – scrive la Fofi in una nota - quando si tratta di medicinali come gli anoressizzanti, impiegati per sedare lo stimolo della fame, che per la loro natura devono essere prescritti dopo un'accurata valutazione del paziente", precisa.
"Nel servizio, il primario dell'ospedale britannico intervistato da Max Laudario dice che in Gran Bretagna è legale il consulto online e la prescrizione senza contatti con il paziente. In realtà non è così, come non lo è in nessun Paese europeo - spiega il presidente della Fofi, Andrea Mandelli - E anche quando si parla di prescrizione elettronica, come quella in sperimentazione in Gran Bretagna, si tratta di sistemi che permettono di trasmettere la prescrizione del medico curante, che provvede alla visita e alla scelta del farmaco del caso, alla farmacia: niente di più e niente di meno. Rinnoviamo il nostro invito ai cittadini - conclude - a non ricorrere a queste forme di fai-da-te che comportano soltanto pericoli".
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato