Snami: la Fimmg non è l'unico sindacato

Redazione DottNet | 24/04/2009 13:53

fimmg sanità Snami fans

La notizia che la FIMMG vuole arrivare da sola, in modo “definitivo e soddisfacente” alla firma di una convenzione per tutta la medicina generale attraverso “incontri riservati” con la parte pubblica è per lo SNAMI un fatto gravissimo che non può essere spacciato come normale attività sindacale.
 

"Non capiamo questo atteggiamento che vuole solo far pesare i numeri e non le idee, come se FIMMG fosse l'unico sindacato dei medici in Italia - dice amareggiato Mauro Martini, Presidente Nazionale del Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani (SNAMI). E' impensabile per il presidente dello SNAMI che si voglia rimettere in discussione un articolato siglato dalla stessa FIMMG e fino a pochi giorni fa presentato in tutte le sedi come il meglio della Nuova Medicina Generale. “Non mettiamo in discussione che ognuno di noi possa incontrare tutti gli interlocutori che preferisce in qualunque momento, ma l'esito dei colloqui, se porta ad un accordo che riguarda tutta la categoria, deve prima essere condiviso con le altre organizzazioni, visto che la FIMMG non ha l’esclusiva della rappresentanza dei medici di famiglia, anche se si comporta come se l’avesse realmente”. “Le regole della democrazia, che mi sembra siano state dimenticate dal leader FIMMG, prevedono scontri anche duri, ma nei luoghi e con le organizzazioni che sono state delegate dai medici: non ci sono investiture per diritto divino. Nel merito, ci fa piacere che si voglia rimettere in discussione la parte normativa dell'ACN, che in questi mesi ha mostrato tutta la sua debolezza alla prova dei fatti, ma non accetteremo mai che vengano ignorate le regole fondamentali della trattativa sindacale alle quali noi ci atteniamo in modo etico. Siamo disposti ad interventi politici e/o legali -conclude Martini - per evitare che ciò accada”.