Tai Chi aiuta a tenerlo sotto controllo

Redazione DottNet | 04/08/2008 11:56

Arriva dal Tai Chi un aiuto per tenere sotto controllo il diabete. Allenarsi per 12 settimane in quest'arte marziale, che è anche danza e meditazione, rafforza il sistema immunitario e riduce i livelli di glucosio: a dimostrare i benefici del Tai Chi sono due diversi studi, condotti da equipe di Taiwan e dell'Australia, pubblicati entrambi sul British Medical Journal.

La ricerca taiwanese ha messo a confronto 30 diabetici con altrettante persone sane. Per 12 settimane tutti i partecipanti hanno imparato 37 movimenti tipici di Tai Chi, sotto l'occhio vigile di un esperto e con l'aiuto di un video da portare a casa per studiare correttamente le posizioni. Alla fine del programma, i test sui pazienti con diabete di tipo 2 hanno mostrato un calo dei livelli di glucosio e un aumento, invece, di cellule e sostanze chimiche legate a una buona risposta immunitaria. Tutto merito dell'arte marziale tradizionale cinese, che fra gli effetti salutari - secondo altri studi precedenti - annovera il miglioramento della funzione cardiovascolare e respiratoria e l'allentamento dello stress. La seconda ricerca, condotta dall'università del Queensland su 11 partecipanti, ha ottenuto risultati simili alla prima. I volontari, affetti da livelli di glucosio oltre la norma, facevano Tai Chi e un'altra arte marziale, Qigong, per 60-90 minuti tre volte a settimana. Tutti, oltre a veder abbassare le quantità di zuccheri nel sangue, hanno perso peso. Anche la pressione si è notevolmente abbassata. Fra gli altri benefici, sonni migliori, più energia, meno dolore e minor voglia compulsiva di cibo.