Decreto emofilici: per la Fedemo la categoria è stata danneggiata

Redazione DottNet | 04/05/2009 12:05

''Il decreto è stato firmato, senza comunicare o dare alcuna spiegazione alle Associazioni''.

A dirlo è un comunicato della Fedemo (Federazione delle Associazioni Emofilici onlus) in cui dice di avere appreso ''che il Ministro Sacconi, ha firmato il decreto attuativo relativo alle leggi 222 e 244 del 2007 che prevedono l'accesso a una transazione per chi è in causa contro lo Stato per ottenere il risarcimento danni per aver contratto l'epatite e/o il virus dell'Hiv in seguito a infusione di emoderivati o trasfusioni di sangue infetto''. ''Più volte Fedemo e le altre Associazioni di tutela delle persone contagiate - ricorda il comunicato - hanno chiesto al Ministro un incontro per potersi confrontare sul testo di tale decreto, testo che desta forte preoccupazione in ordine ai 'requisiti' che potrebbero escludere o comunque penalizzare gran parte delle persone danneggiate: invece, nonostante le rassicurazioni, il decreto è stato firmato, senza comunicare o dare alcuna spiegazione alle Associazioni. Ora lo stesso passa alla firma del Ministro Tremonti, prima della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Consideriamo quanto accaduto un grave atto antidemocratico, che in un solo colpo ha annullato due lunghi anni di trattative, confidiamo che il Governo possa rivedere in extremis la sua posizione mantenendo fede agli impegni presi con le Associazioni dei pazienti circa la volontà di sanare questa triste e luttuosa pagina di sanità pubblica, che vede coinvolte circa 5.000 persone. Tuttavia, fin da ora Fedemo è pronta a sostenere le iniziative dei singoli e delle associazioni locali''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato