Influenza, l'Oms invia farmaci in 72 pesi

Redazione DottNet | 05/05/2009 13:41

influenza medicina oms

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha cominciato ad inviare in 72 Paesi dosi di farmaci antivirali per far fronte ad una eventuale pandemia di influenza provocata dal virus A/H1N1.

 ''L'Oms ha cominciato oggi a spedire 2,4 milioni di trattamenti antivirali in 72 Paesi nel maggior bisogno. I farmaci provengono da una scorta di 5 milioni di trattamenti a base di Tamiflu offerte all'Oms dal gruppo farmaceutico Roche a partire dal 2005-2006 '', ha detto oggi a Ginevra la portavoce dell'Oms, Fadela Chaib, in un incontro con la stampa. Le riserve saranno spedite a partire da Ginevra, Basilea, Maryland (Usa) e Dubai (Emirati). L'Oms rifornirà inoltre le scorte presso le sei sedi regionali dell'Organizzazione, quale parte del piano per ulteriori forniture ai Paesi. L'Oms non ha fornito una lista dei Paesi 72 Paesi, ma si tratterebbe essenzialmente di Paesi in via di sviluppo e del Messico. Il Tamiflu è uno dei due antivirali rivelatesi efficaci contro il virus A/H1N1. Per fare il punto sul virus della nuova influenza, l'Oms ha inoltre indetto per oggi una riunione (teleconferenza) di circa 150 esperti per discutere del virus A/H1N1 e delle informazioni disponibili sui tempi di incubazione, i gruppi vulnerabili e la sua gravità, ha detto Fadela Chaib. Non vi sono indicazioni per una riunione oggi del comitato d'emergenza incaricato di valutare i livelli delle fasi di allerta pandemia, ha aggiunto la portavoce, precisando tuttavia che una simile consultazione può essere convocata in qualsiasi momento. Il 29 aprile scorso l'Oms ha alzato la fase di allerta pandemia da quattro a cinque su una scala di sei.