Al Pascale di Napoli introdotta la elettrochemioterapia

Redazione DottNet | 05/05/2009 17:45

Si chiama elettrochemioterapia ed è un'innovativa tecnica terapeutica per combattere il melanoma. In Italia viene sperimentata al Pascale di Napoli come evidenzia Nicola Mozzillo, direttore del dipartimento Melanoma e Tessuti molli dell'Istituto che organizza per sabato 9 maggio con il Centro di eccellenza per il melanoma ed i tumori cutanei e Centro di riferimento regionale per il melanoma una Consensus Conference.

Al centro dei lavori come diagnosticare, affrontare e combattere il melanoma. Saranno trattati gli elementi fondamentali della diagnosi e di una adeguata refertazione e gli esami imprescindibili per evitare inutili proliferazioni di dispendiose indagini con perdite di tempo. ''Il melanoma scrive la propria diagnosi sulla pelle'', spiega Mozzillo che alla conferenza ha invitato 9mila camici bianchi della Campania tra medici di famiglia, patologi e dermatologi. Interverranno il professor Cascinelli del Melanoma Programm del World Health Organization ed il professor Charles Balch della John Hopkins University di Baltimora. Per quanto riguarda l'elettrochemioterapia ''grazie ad un apparecchio che in Italia si trova solo al Pascale e in un'altra struttura - spiega Mozzillo - possiamo trattare alcune forme inoperabili del melanoma laddove ci sono noduli satelliti metastatici''. E' questa la prima di una serie d'incontri programmati per focalizzare di volta in volta le tematiche di maggiore interesse relative al melanoma, promossi dalla direzione scientifica della Fondazione Pascale, retta dal professor Aldo Vecchione. La conferenza, che sarà presentata da Mario Luigi Santangelo, assessore alla Sanità della Regione Campania, sarà articolata con una serie di presentazioni sintetiche che riassumeranno lo stato dell'arte per i vari aspetti del programma, su cui il 'pubblico' di esperti sarà chiamato ad esprimere il proprio parere votando elettronicamente a favore o contro le diverse opzioni proposte; in questo modo si otterrà un risultato condiviso ed univoco per la diagnosi, prima, e la cura, poi, del melanoma. I risultati delle Consensus Conference, infatti, saranno riassunti in un opuscolo che sarà distribuito agli specialisti di medicina generale, come base scientifica per linee guida regionali. Questa iniziativa parte nella regione Campania ad opera dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Napoli che fa da apripista per le altre regioni italiane. Il melanoma è annoverato tra i cancri più aggressivi della specie umana, con un forte incremento di diffusione, tanto che nel mondo occidentale la sua frequenza è raddoppiata nell'ultimo decennio. Colpisce molto spesso, in età giovanile.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato