Polizza sanitaria Enpam: lavori in corso

Redazione DottNet | 10/05/2009 22:14

Scade il prossimo 31 maggio la copertura assicurativa della polizza sanitaria della Fondazione Enpam, ma l’Ente, contrariamente a quanto avviene di solito, non ha ancora comunicato le modalità per il rinnovo.

La polizza Enpam è uno strumento ormai divenuto familiare per decine di migliaia di medici e loro familiari, i quali - a costi molto contenuti ed assolutamente fuori mercato – si garantiscono una copertura dalle spese di qualunque intervento chirurgico e di gravi eventi morbosi. Caratteristica unica di questa polizza è poi la possibilità di assicurare anche soggetti piuttosto anziani, senza alcun limite di età, generalmente respinti da qualunque altra Compagnia.
La sempre maggiore conoscenza delle prerogative della polizza ha finito con l’incrementare in misura notevole le richieste di rimborso, sicché l’Enpam, con un comunicato diffuso sul proprio giornale, ha reso noto che nell’annualità 2007/2008 il risultato economico della gestione è stato fortemente negativo per la Compagnia aggiudicataria del servizio (le Assicurazioni Generali). Questi indicatori sembrano essere confermati anche per l’annualità in corso (2008/2009).
In sostanza, spiega la nota Enpam, “a fronte di un numero di iscritti sostanzialmente costante, a livello di circa 80.000 adesioni, si è nel tempo incrementato sensibilmente il numero dei sinistri e soprattutto si sono rivelati spesso estremamente onerosi gli indennizzi per i singoli sinistri”.
Ecco perché le trattative per il rinnovo biennale della Convenzione si sono rivelate particolarmente complesse: senza un equilibrio economico della gestione, infatti, nessuna compagnia si assumerebbe l’onere di garantire questo servizio.
Dalle prime indiscrezioni, le vie che dovrebbero essere seguite per il nuovo contratto dovrebbero essere:
• da un lato, un moderato incremento del premio individuale;
• dall’altro, una riduzione (molto contenuta) delle tipologie di sinistro assicurate;
• infine, l’incentivazione del ricorso alla sanità pubblica ed alle Case di Cura appartenenti alla rete di convenzioni con la compagnia aggiudicataria del servizio, da perseguire con l’incremento della franchigia prevista per il ricorso a strutture non convenzionate.


Non sembra neppure esclusa la possibilità di un cambio di compagnia, che gestirebbe direttamente il servizio, sollevando l’Enpam da tale onere amministrativo.
La decisione finale dovrebbe essere assunta dal Consiglio di Amministrazione dell’Enpam nella seduta del 24 aprile prossimo. Intanto fin d’ora è stato comunicato che i termini per l’adesione da parte degli iscritti saranno prorogati dal 31 maggio al 31 luglio 2009. Gli interessati, nel frattempo, dovranno astenersi dal presentare richieste o domande, in attesa delle specifiche istruzioni che saranno tempestivamente fornite.

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato