L'impatto devastante dell'infezione da pneumococco

Redazione DottNet | 08/05/2009 15:33

infezioni pneumococco vaccino

L’infezione da pneumococco uccide 1,6 milioni di persone all’anno – tra cui un milione di bambini al di sotto di cinque anni. Oltre il 90 per cento di queste morti si verificano nei Paesi in via di sviluppo. La polmonite, la forma più comune delle gravi infezioni da pneumococco, è la causa di morte di un bambino su quattro, questo la rende la causa primaria di morte tra i bambini al di sotto dei 5 anni.

Sin dal 2000, la GAVI Alliance, una partnership mondiale che comprende l’Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health Organization), UNICEF, la Banca Mondiale e la Fondazione Bill & Melinda Gates, ha ottenuto importanti successi nella creazione e realizzazione di nuovi metodi di cooperazione allo sviluppo in ambito sanitario. La GAVI si è specializzata nel fornire un sostegno finanziario innovativo per favorire l’introduzione di vaccini di base e per rafforzare i sistemi sanitari nei Paesi in via di sviluppo, incluso il Ruanda. Il risultato è che più di 200 milioni di bambini in 72 paesi sono stati immunizzati contro sei malattie largamente diffuse e con un alto tasso di mortalità L’Alleanza sta estendendo il proprio supporto ad una nuova generazione di vaccini contro lo pneumococco ed il rotavirus. La promessa dei vaccini di futura generazione contro lo pneumococco: per assicurare in modo sostenibile la fornitura di vaccini contro lo pneumococco anche in futuro, la GAVI ha lanciato un sistema di finanziamento originale conosciuto come l’Advanced Market Commitment (AMC). I governi dell’Italia, della Gran Bretagna, del Canada, della Norvegia e della Russia, nonché la Fondazione Bill & Melinda Gates hanno varato un progetto pilota dell’AMC contro le infezioni da pneumococco, con un impegno economico pari a 1,5 miliardi di dollari americani. Il progetto pilota dovrà essere realizzato nei prossimi mesi. I nuovi vaccini contro lo pneumococco attualmente in fase di sviluppo possono essere considerati come parte del progetto AMC potendo quindi riceverne i fondi.
“Le barriere economiche per l’accesso ai vaccini sono state superate” ha affermato il Dott. Orin Levine, Direttore del piano della GAVI per accelerare lo sviluppo e l’introduzione del vaccino contro lo pneumococco (PneumoADIP). “Il prezzo di questa azione sarà misurato in dollari. Il prezzo di un mancato intervento sarebbe stato misurato con il numero di bambini che avrebbero perso la vita per una malattia prevenibile”. L’industria privata continua nei suoi sforzi per distribuire nuovi vaccini che offrano protezione contro quelle tipologie di infezioni da pneumococco diffuse nei Paesi in via di sviluppo. “la Wyeth si congratula con la GAVI, la Banca Mondiale e tutti i donatori che hanno sviluppato strumenti finanziari innovativi come l’ l’Advanced Market Commitment volto a promuovere la realizzazione di nuovi vaccini per i Paesi più bisognosi. Ci auguriamo di poter collaborare nuovamente con la GAVI e altri partner globali per rendere l’AMC una realtà tangibile” ha aggiunto Mr. Poussot.


Scarica i filmati girati in Ruanda:
Filmato 1
Filmato 2