Gestione della chemioterapia associata alla epatotossicità nelle metastasi colorettali epatiche

Oncologia | Redazione DottNet | 14/05/2009 10:09

Durante una rassegna effettuata presso il Dipartimento di Chirurgica Oncologica dell’Università del Texas “MD Anderson Cancer Center” ad Houston (Texas), è stato indicato un uso razionale della chemioterapia perioperativa per il trattamento delle metastasi epatiche colon rettali; sono state indicate le associazioni tra agenti specifici e le diverse patologie epatiche, ed inoltre sono state ipotizzate le possibili strategie per il trattamento dei pazienti con sospetta o evidente epatotossicità associata alla chemioterapia.

Recenti studi, infatti, hanno dimostrato che la chemioterapia può ridurre le dimensioni delle metastasi che non sono resecabili, rendendole tali, ed inoltre può portare una diminuzione della recidività post-operatoria nei pazienti con tumori inizialmente resecabili. Il crescente impiego dei chemioterapici per via sistemica per trattare le metastasi epatiche colonrettali ha portato ulteriormente alla consapevolezza che l’assunzione sistemica di questi farmaci può dare epatotossicità, inoltre sono stati anche valutati i vari danni che questi farmaci provocano ai pazienti sottoposti a resezione epatica.

Per saperne di più:

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato