Interazioni tra OMEGA 3 e consumo di Vino in pazienti affetti da cardiopatia ischemica

Redazione DottNet | 04/08/2008 12:40

Sia gli Omega 3 che il consumo moderato di vino sono stati associati ad effetti favorevoli sul sistema cardiovascolare.

L'ipotesi dello studio, pubblicato su Am Heart Journal era quella di verificare possibili interazioni dei due fattori in pazienti affetti da coronaropatia. Sono stati analizzati i dati sui partecipanti allo studio Lion Diet Heart Study che ha testato l'aggiunta di Acido alfa linolenico (ALA), un acido omega 3, alla dieta abituale. Si è osservato che l'aumento del livello di omega 3 era legato al progressivo aumento di consumo di etanolo sia nel gruppo a bassi dosaggi di ALA (la produzione di Eicopentanoidi aumentava del 50%) che alti dosaggi di ALA (aumenti del 37%). Questi risultati si confermavano anche dopo analisi di potenziali fattori confondenti. Dunque, in pazienti affetti da cardiopatia ischemica, l'uso moderato di etanolo permette di aumentare gli Omega 3 con meccanismo indipendente dall'apporto di pesce alla dieta. Non è ancora chiaro se tale effetto sia dovuto all'alcool in sè oppure a qualche componente proprio dell'uva come i polifenoli. Nei pazienti che per qualche ragione non possono assumere pesce (allergie per esempio) possono aumentare la dose di Omega 3 assumendo ALA con olio di semi o noci e moderate quantità di vino.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato