Idrogeno: protegge cellule ciliate uditive da radicali liberi

Otorinolaringoiatria | Redazione DottNet | 15/05/2009 12:18

Uno studio effettuato presso il “Department of Otolaryngology-Head and Neck Surgery, Graduate School of Medicine, Kyoto University” in Giappone, ha esaminato il potenziale utilizzo dell’ idrogeno per la protezione delle cellule ciliate uditive dai danni indotti dalle specie reattive dell’ ossigeno, dette anche ROS, che rappresentano una particolare tipologia di radicali liberi.

Essi svolgono un ruolo importante per la degenerazione delle cellule ciliate uditive causate dall’ invecchiamento, dal rumore e dai farmaci ototossici. Come è ben noto, l’ idrogenazione è una reazione di riduzione/ossidazione fondamentale degli esseri viventi ed è stata sfruttata ai fini di questo studio. I ROS, infatti, sono stati generati applicando l’ “antimycin A” sull’espianto di una cultura cellulare del tessuto epiteliale uditivo, e sono stati esaminati gli effetti dell’ idrogeno sulla protezione delle cellule ciliate contro i ROS. E’ stato osservato che, l’incubazione con idrogeno saturo medio ha ridotto significativamente i livelli di ROS e la successiva generazione della perossidazione lipidica nel tessuto epiteliale uditivo, portando così ad un aumento della sopravvivenza delle cellule ciliate. Questi risultati hanno così dimostrano la potenza che ha l’ idrogeno nel proteggere le cellule ciliari uditive dai danni indotti dai ROS.

Per saperne di più:

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato