Medicina: GB, per 30 anni con gemello nell'addome

Redazione DottNet | 15/05/2009 15:53

Per trent'anni ha portato dentro di sè, senza saperlo, il proprio gemello. Una scena tipo quella del primo 'Alien' si sarebbe svolta sotto gli occhi di un gruppo di medici britannici: Gavin Hyatt, un idraulico di Withney, nell'Oxfordshire, si è infatti presentato dal suo medico di famiglia tra atroci dolori, sanguinando copiosamente dall'ombelico.

 

Non riuscivo a credere a Gavin quando mi ha detto che qualcosa stava venendo fuori dal suo ombelico, fino a quando non l'ho visto. E' stato davvero come Alien", commenta il medico dell'uomo, Joe Santos, illustrando l'insolito caso sul quotidiano britannico 'The Sun'. La massa grumosa ha trovato da sola un modo per uscire dopo essere rimasta nell'addome di Hyatt fin dalla sua nascita. Secondo i medici, intervistati dal giornale britannico, la formazione sarebbe il gemello parassita del giovane uomo: un fratello identico morto nell'utero all'inizio della gravidanza. Il feto, lungo 4 cm, è stato così inglobato nei tessuti di Hyatt ed è rimasto nel suo stomaco fino ad oggi. Nel mondo sono pochi i casi simili conosciuti: il feto viene intrappolato all'interno del suo gemello, in un fenomeno noto come 'Fetus in fetu'. L'uomo si è insospettito quanto ha iniziato a sentire dei dolori. "I medici di quattro ospedali mi hanno visitato in precedenza ed erano tutto stupiti dalla formazione. Qualcuno - spiega l'uomo al quotidiano - pensava che fosse una cisti, altri il risultato di un pelo incarnito". Poi "uno specialista ha detto che poteva essere il mio gemello identico mai nato, che avevo assorbito in una fase molto precoce della gravidanza - prosegue l'idraulico - Ora sto benissimo", assicura l'uomo, ancora scioccato all'idea che avrebbe potuto avere un gemello identico. "Lo tengo in un barattolino a casa e lo chiamo piccolo Gav", aggiunge, confessando di sentirsi un po' strano.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato