Genodermatosi: cosa devono sapere il pediatra ed il dermatologo

Dermatologia | Redazione DottNet | 18/05/2009 20:47

Uno studio effettuato presso il “Department of Dermatology, Oregon Health Sciences University” a Portland negli Stati Uniti ha richiamato l’attenzione di dermatologi e pediatri sulla genodermatosi, termine che indica una serie di malattie dermatologiche di forma ereditaria.

In particole, si è evidenziato che è importante che dermatologi e pediatri riescano a riconoscere i diversi tipi di pelle poiché un’attenta analisi contribuisce ad evitare test inutili ai quali i pazienti vengono solitamente sottoposti, come ad esempio la puntura lombare per eliminare il virus dell’ herpes simplex nei neonati che presentano la distribuzione di Blaschkoid delle vescicole nell’ “incontinentia pigmenti”. Riconoscere tempestivamente le varie caratteristiche della pelle nei disordini cutanei consente ai medici di fare un’ importante diagnosi per la valutazione di particolari condizioni patologiche come la sclerosi tuberosa, la neurofibromatosi, l’ “incontinentia pigmenti” ed infine l’aiuto diretto che comporta questa valutazione diagnostica consente di garantire a questi pazienti una supervisione della loro salute.

Per saperne di più:

 


 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato