Snami: firmeremo l'Acn solo a determinate condizioni

Sindacato | Redazione DottNet | 19/05/2009 17:23

La SISAC ha convocato tutte le organizzazioni sindacali della Medicina generale per il 25 maggio prossimo, alla luce della richiesta del Viceministro alla salute Ferruccio Fazio. E’ un fatto positivo, commenta lo SNAMI (Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani), ma sposta di poco il problema.
 

”E’ senz’altro un segno di disponibilità aver scelto per la convocazione una data, il 25 maggio, successiva al Congresso Nazionale SNAMI di Ugento” dice il Presidente Mauro Martini. “Ma non è certo questo che ci farà abbandonare la nostra linea contraria alla firma dell’ACN così com’è, visto che non condividiamo la parte normativa siglata nel preaccordo. Certamente va riconosciuto alla Parte pubblica di aver capito che deve in ogni caso fare i conti con tutta la rappresentanza sindacale e non con una sola compagine e questo è un altro punto positivo. Nell’incontro del 25 - continua il presidente dello SNAMI - chiederemo nuovamente di firmare sulla base di due condizioni irrinunciabili: che la parte "normativa" del preaccordo sia soltanto un'ipotesi di lavoro per la prossima convenzione; che venga immediatamente riconosciuta la percentuale del 4.85 promessa ai medici entro i prossimi mesi. Chiediamo inoltre al viceministro Fazio di intervenire sulla delegazione pubblica trattante affinché le nostre istanze vengano accolte”.
Mauro Martini conclude dichiarando di “sperare ancora nel buon senso di tutti, ricordando che nelle prossime settimane entreremo nell'agone elettorale nazionale. Ma se le nostre richieste non verranno accolte sarà il caso di indire un vero e proprio referendum di gradimento del preaccordo. Sono sicuro che non mancherebbero autentiche sorprese”.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato