Neisseria gonorrhoeae faringeo ed infezioni da Chlamydia trachomatis: nuove vie di trasmissione

Redazione DottNet | 21/05/2009 13:25

Uno studio effettuato presso il “Department of Obstetrics and Gynecology” dell’ “Aichi Medical University, School of Medicine” ha analizzato un problema sempre più frequente nei giovani ossia l’infezione faringea da Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae.

 

Questi batteri, quando presenti nel tratto faringeo, vengono per lo più trasmessi con il sesso orale visto che, nella maggior parte dei casi, esso viene praticato senza l’utilizzo del preservativo poiché non vi è il pericolo di gravidanza. Quindi, il sesso orale, è diventato una nuova via di trasmissione di questi batteri. Come è ben noto è molto importante che le infezioni genitali da clamidia e da gonococco vengano diagnosticate in tempo e vengano quindi trattate in modo da evitare reinfezioni, visto che esse possono causare infertilità. Se la Chlamydia trachomatis e la Neisseria gonorrhoeae vengono rivelate nel tratto genitale in gioventù dovrebbero, con l’esperienza acquisita negli ultimi anni, essere fatti anche degli esami faringei per verificare la presenza o meno di tali batteri in questo tratto.

Per saperne di più:

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato