Ceo Eli Lilly, riforma Usa consideri bisogno di innovazione

Aziende | Redazione DottNet | 22/05/2009 13:46

La riforma sanitaria statunitense prenda in considerazione anche il bisogno di innovazione del Paese, piuttosto che focalizzarsi solo sul taglio dei costi.

A chiederlo al presidente Barack Obama è il chief executive officer (Ceo) dell'azienda farmaceutica Eli Lilly, John Lechleiter, parlando alla camera di Commercio americana.
Secondo Lechleiter se non si terrà in debito conto la necessità di innovazione, "ci saranno effetti negativi indesiderati. Ecco perché questo bisogno deve essere l'obiettivo della riforma, non la sua vittima. D'altra parte l'innovazione spiega perché noi siamo gli esseri umani più in salute, longevi e produttivi mai vissuti sulla Terra". Il ceo di Lilly ha poi sottolineato che "la metà delle piccole industrie biotech del paese ha ormai a disposizione fondi per coprire un solo anno di attività, mentre un terzo è a sei mesi dalla sua chiusura. Parallelamente, il numero di nuovi medicinali che hanno raggiunto il mercato sta diminuendo". Motivo in più, secondo Lechleiter, per riproporre l'ipotesi di introdurre brevetti lunghi 14 anni per i farmaci biologici.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato