Federconsumatori: maggiore chiarezza sui prezzi dei farmaci da banco

Redazione DottNet | 25/05/2009 17:56

Si ripristini la ''trasparenza'' sui prezzi dei farmaci da banco. Lo chiede l'associazione Federconsumatori, sottolineando come molti cittadini chiedano ''chiarezza tra prezzo applicato e prezzo indicato''.

''Stiamo ricevendo numerose segnalazioni da parte dei cittadini in merito alla mancanza di trasparenza sui prezzi dei farmaci da banco. Il cittadino, infatti, nell'acquistare tali prodotti nelle farmacie, riscontra delle differenze tra il prezzo indicato sulla confezione e quello effettivamente pagato'', afferma la vicepresidente di Federconsumatori Rita Battaglia. Ma ''stranamente - rileva - ciò avviene sempre a vantaggio della farmacia''. Federconsumatori, ricorda Battaglia, ''ha sempre promosso iniziative tese a rendere maggiormente trasparente il prezzo, anche attraverso un protocollo di intesa presso il Ministero delle Attività Produttive, che coinvolge i rappresentati istituzionali e le categorie interessate e che prevede l'esposizione di apposite liste dei prezzi dei farmaci più venduti nelle farmacie, parafarmacie e nei corner all'interno della grande distribuzione''. Alla luce dei ''gravi episodi segnalatici, che vanno in tutt'altra direzione'', Battaglia fa dunque una richiesta precisa alle autorità competenti: ''Chiediamo al Garante dei Prezzi, ai ministeri della Sanità e delle Attività Produttive di avviare i necessari controlli per ripristinare la corretta applicazione dell'accordo e di aprire un confronto per trovare soluzioni che non danneggino il consumatore, a partire - conclude - dal rispetto del criterio di trasparenza tra prezzo applicato e prezzo indicato sulla confezione di questi farmaci''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato