Associazione tra Interleuchina 18 e Gene del Polimorfismo con il virus dell' Epatite B

Redazione DottNet | 27/05/2009 13:02

Uno studio effettuato presso il Department of Gastroenterology, Genomic Research Center for Gastroenterology, Ajou University School of Medicine, San-5 Wonchon-Dong, Youngtong-ku in Suwon (Corea del Sud) ha esaminato l’associazione che c’ è tra l’ Interleuchina 18 ed il gene del polimorfismo con la tendenza a contrarre il virus dell’ epatitie B.

 

L’ infezione da epatite B può essere influenzata da diversi fattori del sistema immunitario. Infatti l’interleuchina 18, proteina secreta dai leucociti durante la risposta immunitaria, è stata originariamente scoperta come fattore d’induzione dell’ interferone gamma e svolge un ruolo critico nella risposta immunitaria. Con questo studio è stata verificata l’associazione che c’è tra la HBV clearance e i polimorfismi misurati in un singolo nucleotide (SNPs) nel gene dell’ Interleuchina 18. Tra il marzo 2002 e dicembre 2004, sono stati analizzati 1050 soggetti, essi sono stati suddivisi in due differenti gruppi: il primo gruppo di recupero spontaneo da HBV che comprendeva 320 persone, ed il secondo gruppo caratterizzato dai portatori cronici del virus e che era composto da 720 persone. E’ stata analizzata l’ associazione l’ SNPs in quattro siti differenti del gene IL-18 nelle posizioni-667G> T-148G> C, 8925 C> G e 13.925 A> C. E’ stato così osservato che i soggetti con l’ allele IL-18-148C [odds ratio (OR), 0,25, intervallo di confidenza (IC), 0,09-0,68; P = 0.01], l'allele G 8925 (OR, 0,36; CI, 0,15 - 0,88, p = 0,02), e l'allele C 13925 (OR, 0.25; CI, 0,13-0,82; P = 0,01) hanno mostrato un’ associazione significativa con l’ HBV clearance recessiva. Questo studio ha indicato che -148C, 8925 G, C e 13.925, gli alleli del gene IL-18, sono quasi certamente associati con l’ HBV clearance in una popolazione della Corea.

Per saperne di più: