A Parma nuovo centro ricerche Chiesi Farmaceutici

Aziende | Redazione DottNet | 28/05/2009 09:54

Sorgerà a Parma su una superficie di 22 mila metri quadrati, sarà operativo dal 2011 e impiegherà più di 300 ricercatori altamente qualificati, italiani e stranieri, per un investimento complessivo di 70 milioni di euro. L'obiettivo è studiare farmaci innovativi e soluzioni sempre più mirate per malattie respiratorie croniche a elevato impatto socio-economico, come l'asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), e per patologie rare quali la fibrosi cistica e la sindrome da distress respiratorio nei neonati prematuri. Sono questi i tratti caratteristici del nuovo Centro ricerche di Chiesi Farmaceutici, presentato al Senato della Repubblica.
 

"Questo investimento - ha sottolineato Alberto Chiesi, presidente e amministratore delegato del gruppo italiano – rappresenta una conferma della strategia che ci vede fortemente impegnati nella ricerca e sviluppo di nuovi farmaci. Il gruppo Chiesi sta affrontando una fase particolarmente significativa della propria crescita. La presenza diretta nei principali mercati europei, il recente ingressoin quello americano e questo nuovo centro di ricerca consolidano ulteriormente il nostro ruolo internazionale nel settore delle patologie respiratorie e in quello delle malattie rare". Sono già iniziati i lavori per la costruzione della nuova struttura, che ambisce a diventare punto d'incontro delle migliori menti presenti sul mercato: costituirà infatti il principale polo della rete mondiale di Ricerca e Sviluppo del gruppo, contribuendo a richiamare nel nostro Paese talenti italiani e ad attirare importanti competenze internazionali.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato