Lombardia, chiuso l'accordo tra Regione e medici di famiglia

Redazione DottNet | 01/06/2009 15:00

fimmg sindacato pediatria reumatologia scoliosi

E 'stato firmato l'accordo fra i medici di famiglia e la Regione Lombardia. Lo ha reso noto il segretario regionale della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (Fimmg), Fiorenzo Corti.

Due, secondo Corti, i punti qualificanti: la Regione istituisce un fondo di un milione di euro per retribuire il personale disposto a prolungare la sua presenza negli ambulatori medici; inoltre, un altro fondo di un milione viene destinato ai medici singoli o in forma associata che aumentino l'orario del 20% garantendo per almeno due giorni settimanali l' apertura degli studi dalle 8 fino alle 20 e tutti i sabati per almeno quattro ore. Il segretario Fimmg ha espresso ''grande soddisfazione, perchè così - ha detto - si irrobustiscono gli studi dei medici di famiglia della regione: viene premiato l' associazionismo medico e viene dato ulteriore impulso alla presenza del personale. Sia ai collaboratori, che in tutta la regione sono circa 800, che agli infermieri, che sono 200''. Secondo Corti, ''oltre a dare un sostegno all' occupazione in questo momento di crisi, questo accordo è anche un importante momento per il servizio alla cittadinanza: tenere aperto più a lungo l'ambulatorio (aprendo anche al sabato) e avere più personale di studio, significa infatti permettere al medico di dedicarsi per più tempo ad ascoltare il paziente, rafforzando così il rapporto di fiducia col cittadino''.