Calabria, approvati cinque progetti di farmacovigilanza

Redazione DottNet | 04/06/2009 12:39

aifa farmaci farmacovigilanza pediatria postura

La Giunta regionale ha approvato una delibera per la realizzazione di cinque progetti di farmacovigilanza inseriti in una specifica convenzione tra l'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e la Regione.

Lo riferisce in una nota l'ufficio stampa dell'esecutivo. I progetti, che verranno realizzati grazie a uno specifico finanziamento nazionale, sono stati proposti all'Aifa dal Servizio farmaceutico regionale, in collaborazione con le Aziende ospedaliere e sanitarie, e prevedono un investimento di circa 800 mila euro. ''I cinque progetti - prosegue il comunicato - saranno realizzati da strutture del Servizio sanitario regionale. Si tratta dell'istituzione del Centro regionale di documentazione e informazione sul farmaco, che avrà il compito di informazione e aggiornamento degli operatori sanitari regionali per migliorare l'appropriatezza delle prescrizioni farmaceutiche; la prevenzione dei potenziali rischi clinici per i pazienti affetti da demenza collegati a prescrizione non corretta; la prevenzione delle interazioni tra farmaci nei pazienti anziani sottoposti a politerapie e l'incremento delle segnalazioni spontanee di reazioni avverse ai farmaci''. ''La Regione, infine - conclude il comunicato - parteciperà con Veneto, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo e Puglia al progetto multi regionale per la valutazione dell'impatto delle nuove tecnologie Hta, che si propone di attivare un osservatorio interregionale dei sistemi di valutazione e introduzione dei nuovi farmaci''. ''Nella nostra regione - ha affermato il dirigente generale del Dipartimento, Andrea Guerzoni - la sicurezza dei pazienti e la prevenzione degli errori in terapia farmacologica rappresentano una priorità dell'assistenza sanitaria regionale e l'approfondimento delle conoscenze sull'uso dei farmaci costituisce un elemento imprescindibile per evitare o minimizzare il rischio dell'insorgenza di eventi avversi dovuti a un uso non appropriato''.