L'Emea approva una nuova cura contro l'eczema

Redazione DottNet | 06/06/2009 14:48

dermatologia eczema emea oculistica

E' oggi tra le più diffuse patologie professionali con circa un milione di pazienti fra i 20 e 50 anni; le mani delle casalinghe sono il simbolo dell'eczema che in forma cronica colpisce circa 80.000 persone, di cui la metà è refrattaria alle cure standard a base di corticosteroidi.

 A soffrirne sono i ''forzati dei lavori umidi'' colpiti dall'eczema cronico delle mani: casalinghe, parrucchieri, cuochi, baristi, odontotecnici costretti ogni giorno a tenere a lungo le mani a contatto con acqua e sostanze chimiche irritanti. L'eczema delle mani è provocato nella maggior parte dei casi da dermatiti da contatto dovute a fattori scatenanti molto comuni e diffusi quali, ad esempio, vernici, saponi e solventi: pertanto, eliminarli per prevenire i sintomi è praticamente impossibile e spesso la patologia diventa cronica, ovvero persiste oltre sei mesi. Per queste persone arriva una nuova cura a base di alitretinoina, appena approvata dall'Ente Europeo di Valutazione dei Farmaci (EMEA) dopo uno studio internazionale condotto su oltre 1000 pazienti.