'The Scientist', Abbott fra migliori aziende per cui lavorare

Redazione DottNet | 08/06/2009 15:42

La rivista The Scientist 'incorona' il gruppo farmaceutico americano Abbott come una delle migliori aziende per cui lavorare.

Nella graduatoria finale, riferisce la stessa compagnia in una nota, Abbott si è classificata al sesto posto fra le aziende che contano più di 5 mila dipendenti. La graduatoria di The Scientist, pubblicata sul numero di giugno della testata, rappresenta il risultato di una indagine approfondita condotta su un campione di scienziati che lavorano presso aziende del settore healthcare e istituti di ricerca scientifica in tutto il mondo.
"La scienza è il fondamento di tutto ciò che facciamo in Abbott - commenta John Leonard, vicepresidente Ricerca e Sviluppo del gruppo - e siamo orgogliosi di essere stati premiati da The Scientist per i nostri sforzi e il nostro impegno nel fornire le risorse, gli strumenti e le opportunità di sviluppo ai nostri scienziati, con l'obiettivo di proseguire nello sviluppo di nuove innovazioni", precisa. "The Scientist - afferma Richard Gallagher, direttore ed editore della rivista - è lieto di pubblicare questo studio, unico nel suo genere, relativo ai datori di lavoro nel campo scientifico. Tutti noi possiamo imparare dalle società che hanno vinto. I dipendenti che sono soddisfatti dal loro lavoro sono più motivati e più produttivi", avverte.
Le persone che hanno risposto al sondaggio di The Scientist sono state invitate a valutare il loro ambiente di lavoro in base a 45 criteri in 8 diverse categorie, tra cui la soddisfazione sul lavoro, i benefit, la formazione e l'integrità. Fra le priorità segnalate la possibilità di sviluppo intellettuale e di carriera, un ambiente familiare e amichevole, meno gerarchia. Inoltre, gli intervistati hanno sottolineato l'importanza della sicurezza sul posto di lavoro, la stabilità e la crescita.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato