Transizioni tra strati epiteliali e mesenchimali: acquisizione di cellule staminali maligne

Oncologia | Redazione DottNet | 17/06/2009 13:14

Uno studio effettuato presso il “Department of Medical Oncology, Dana-Farber Cancer Institute and Harvard Medical School” di Boston (USA), ha posto l’ accento sul ruolo delle cellule staminali nella gestione dei tumori.

Le transizioni tra gli strati epiteliali e mesenchimali hanno un ruolo cruciale nello sviluppo embrionale. Non solo, dati emergenti suggeriscono che questi processi possono avere un ruolo importante nella regolazione della plasticità cellulare sia nelle normali condizioni dei tessuti adulti, sia nei tumori, dove possono determinare molteplici e distinte sottopopolazioni cellulari che contribuiscono a generare l’attività antitumorale. Alcune di queste sottopopolazioni cellulari possono esibire fattori differenti, mentre altre esibiscono propriamente le caratteristiche delle cellule staminali. Poiché i tumori sono spesso associati ad una componente genetica e alla mortalità, è necessario investire sulla produzione della plasticità cellulare, approccio interessante ma sicuramente impegnativo, che si propone di migliorare la gestione clinica dei pazienti affetti da cancro.

Per saperne di più:

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato