Cgil, Cisl e Uil: i lavoratori della sanità non possono stare senza contratto

Sindacato | Redazione DottNet | 17/06/2009 21:12

Una rapida conclusione dell'iter di approvazione del contratto nazionale della sanità. E' quanto chiedono in una nota i segretari generali Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fp.

''I 600 mila lavoratori della sanità - denunciano - aspettano il rinnovo del contratto, scaduto da dicembre 2007, per rafforzare il potere d'acquisto dei salari e per cogliere le nuove opportunità di valorizzazione economica e professionale introdotte con la contrattazione decentrata''. I sindacati ricordano poi che il servizio sanitario nazionale si basa anche su professionisti motivati e valorizzati. E concludono ''siamo convinti che un sistema sanitario moderno deve saper ottimizzare le risorse investite nella programmazione sanitaria attraverso una maggiore responsabilizzazione delle istituzioni regionali e l'introduzione di nuovi e più adeguati strumenti di partecipazione dei lavoratori. Ci si adoperi, allora, per una rapida conclusione dell'iter di approvazione del rinnovo contrattuale 2008-2009''.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato