Lieve aumento della spesa farmaceutica in Veneto

Redazione DottNet | 17/07/2008 09:56

A inizio 2008 aumento contenuto per la spesa farmaceutica in Veneto.

Il mese di gennaio si è chiuso con un totale di circa 70 milioni di euro a carico del Sistema sanitario nazionale, lo 0,8% in più rispetto allo stesso mese del 2007. Il trend veneto è leggermente migliore di quello nazionale, che registra un aumento di spesa dello 0,9%. Più rilevante è invece l’aumento del numero delle ricette: +5,9% a gennaio per un totale di 3.238.003 prescrizioni mediche (+8% in Italia). A comunicare questi dati è Federfarma Veneto, unione regionale dei titolari di farmacia. Il fatto che l'aumento di spesa non sia proporzionale alla crescita del numero delle ricette è dovuto alla riduzione del valore medio delle ricette stesse (-6,6%). Tale valore continua a calare soprattutto per gli effetti degli interventi sui prezzi dei medicinali varati dall'Agenzia del Farmaco a partire dal 2006 e per il crescente impatto del prezzo di riferimento per i medicinali equivalenti. Le farmacie continuano a dare un rilevante contributo al contenimento della spesa, oltre che con la diffusione degli equivalenti e con la fornitura dei dati dei medicinali erogati in regime di Ssn, anche con lo sconto al SSN. Qualche numero sulla situazione veneta. Le ricette pro capite a gennaio 2008 sono state 0,68, mentre per ogni cittadino veneto il Sistema sanitario nazionale ha speso in media 14,78 euro contro i 18,09 a livello nazionale. La spesa netta per ricetta ammonta a 21,64 euro pro capite, il 4,8% in meno del gennaio 2007. In questo caso è leggermente migliore la performance a livello nazionale: 20,95 euro medi per ricetta, con un calo del 6,6%.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato