Acidi grassi, metabolismo dei lipidi e patologia di Alzheimer

Redazione DottNet | 04/08/2008 15:04

La malattia di Alzheimer è la forma più comune di demenza senile. Le cause non sono ancora note ed anche riguardo la cura sono ancora in corso ulteriori studi malgrado anni ed anni di estese ricerche già effettuate.

Fattori di rischio cardiovascolare così come alti livelli di colesterolo sierico, la presenza di allele epsilon4 dell’Apolipoproteina E (APOE epsilon4) ed ipertensione, possono giocare un ruolo importante nello sviluppo della malattia di Alzheimer. E’ stato inoltre supposto che, anziché un unico meccanismo, più elementi in combinazione quali dieta, stile di vita e fattori vascolari genetici- ed amiloide-correlati, possano con maggiore probabilità essere causa della malattia. Da ciò, la possibilità che il rischio d’insorgenza di Alzheimer possa essere ridotto regolando dieta o stile di vita è di grande rilevanza e pone le basi per un trattamento preventivo. E dunque, data l’importanza della dieta lipidica e del metabolismo lipidico nel trattamento preventivo contro l’Alzheimer e le patologie cardiovascolari, ulteriori studi saranno effettuati riguardo acidi grassi poli-insaturi a catena lunga dell’olio di pesce, genotipo ApoE ed il metabolismo del colesterolo.

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato