Nasce in Italia la nuova tecnologia per la dialisi ad alta efficienza di Fresenius Medical Care

Urologia | Redazione DottNet | 22/06/2009 16:03

Fresenius Medical Care, gruppo tedesco leader al mondo nel settore delle tecnologie per la dialisi di qualità, ha presentato a Milano, in occasione del congresso mondiale di nefrologia WCN 2009, un nuovo sistema terapeutico per una dialisi di qualità sempre più efficiente denominata emodiafiltrazione on-line mista.

La nuova tecnologia, interamente concepita e studiata in Italia presso il reparto di Nefrologia e Dialisi di Seriate (Bg), diretto dal Dr. Luciano Pedrini, e prodotta in Germania presso lo stabilimento di Schweinfurt di Fresenius Medical Care, costituisce la punta più avanzata nella dialisi di qualità e massima efficienza disponibile oggi sul mercato. Questa tecnica, definita emodiafiltrazione on-line mista, è dotata di un controllo computerizzato dell’andamento della seduta dialitica che consente la massima depurazione possibile del sangue del paziente senza effetti collaterali per lo stesso. Nel mercato italiano, degli oltre 45.000 pazienti in dialisi, si stima che oggi circa 7.000 effettuino tecniche di emodiafiltrazione. Questo numero potrebbe raddoppiare con l’introduzione di tecnologie sempre più semplici ed affidabili. Diversi studi scientifici internazionali hanno dimostrato che l’emodiafiltrazione permette di conseguire miglioramenti importanti nello stato generale del paziente dializzato. In particolare, due studi europei hanno registrato una sopravvivenza superiore del 35% nei pazienti trattati con questa nuova tecnica rispetto a quelli sottoposti a dialisi tradizionale. “L’emodiafiltrazione on-line si basa sul principio di “filtrare” durante il trattamento la maggior quantità possibile di sangue del paziente per rimuovere la più alta quantità di tossine presenti. Lo sviluppo dell’emodiafiltrazione on-line presentato oggi, ottimizza tale depurazione. I risultati clinici preliminari su un ristretto numero di pazienti sono stati talmente incoraggianti da essere ripetutamente presentati ai maggiori congressi internazionali e pubblicati sulla più prestigiosa rivista scientifica nefrologica internazionale, Kidney International. Attualmente è in corso un nuovo studio scientifico allargato a numerosi pazienti di diversi Centri Dialisi italiani, che si propone di valutare l’efficacia della emodiafiltrazione mista su un’ampia popolazione di pazienti emodializzati anche in condizioni critiche, nella prospettiva di poter concretamente migliorarne la qualità di vita, riducendo i rischi delle complicanze della malattia renale cronica e favorendo il loro pieno reinserimento sociale. L’Italia, da sempre all’avanguardia in questo campo, fornisce oggi un risultato concreto per il miglioramento della qualità della terapia dialitica” ha spiegato il dottor Pedrini. Per Fresenius Medical Care “questa evoluzione tecnologica costituisce un ulteriore passo nella ricerca e realizzazione di tecnologie sempre più innovative, in grado di migliorare la qualità e l’efficienza della terapia dialitica” ha dichiarato Camillo Vollmeier. “Il tutto, nell’ottica della sostenibilità della terapia”. Fresenius Medical Care commercializzerà la nuova tecnologia in Italia e in tutta Europa, dove la cultura clinica e la realtà epidemiologica permettono ai pazienti di beneficiare della nuova tecnica dialitica. La malattia renale cronica è una patologia in progressiva espansione nella società occidentale. Le stime più aggiornate quantificano in circa il 10% la popolazione affetta da patologie renali di diversa gravità. Infatti, il progressivo invecchiamento della popolazione, unitamente all’esplosione delle malattie metaboliche, tra cui il diabete, fa si che da qui al 2020 raddoppierà il numero complessivo di persone in trattamento renale sostitutivo. Dagli attuali 1,2 milioni ai possibili 2,5 milioni.
Si calcola che in Italia siano circa 45 mila i pazienti sottoposti a dialisi. Complessivamente in Italia, secondo i più recenti dati, ogni anno si registrano circa 10.000 nuovi casi di pazienti con insufficienza renale che necessitano di dialisi cronica. Nel nostro Paese operano 363 strutture pubbliche di Nefrologia e/o Dialisi, 303 strutture satellite dipendenti da queste ultime e 295 strutture private distribuite in 13 delle 20 regioni italiane. Complessivamente si tratta di 961 strutture, pari a 16,4 pmp che comprendono oltre 2700 posti letto di degenza nefrologica. Fresenius Medical Care è il più importante gruppo al mondo nella produzione di dispositivi medici e nella gestione globale di servizi per il trattamento dell’insufficienza renale. Il Gruppo, che opera in oltre 100 paesi al mondo, gestisce una rete di 2.388 centri dialisi in tutto il mondo con 184.086 pazienti in trattamento dialitico (circa 4 volte il numero complessivo dei pazienti in dialisi in Italia). (Dati a fine 2008). In Italia Fresenius Medical Care è presente con una sede a Palazzo Pignano (CR), occupando complessivamente circa 180 addetti per l’attività commerciale e 285 per l’attività produttiva. In Campania e Sicilia è inoltre presente con una rete di 32 ambulatori, direttamente gestiti da Nephrocare, in grado di seguire oltre 1.300 pazienti in dialisi cronica. Circa 500 persone tra medici e personale infermieristico costituiscono lo staff di Nephrocare.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato