La placenta è un'ottima fonte di cellule staminali

Redazione DottNet | 23/06/2009 22:04

medicina placenta staminali

La placenta, recuperata dopo il parto, è un'ottima fonte di cellule staminali, meglio del cordone ombelicale perchè ne contiene in quantità maggiore.

Lo ha dimostrato uno studio condotto su donne sottoposte a parto cesareo, da Frans Kuypers e Vladimir Serikov dell'ospedale Pediatrico di Oakland in California. Gli autori del lavoro dicono di aver messo a punto, e di aver fatto già la richiesta di brevetto, un metodo per prelevare queste cellule dalla placenta eliminata dopo il parto, congelando la placenta stessa e poi al momento del bisogno, decongelandola e trattandola con una sostanza che permette il recupero delle staminali. In questo modo si potrebbe conservare la placenta dopo il parto come già oggi si fa col cordone. Secondo quanto riferito sulla rivista Experimental Biology and Medicine, questa riserva di cellule sarebbe ancora più ricca di quella del cordone e potrebbe parimenti essere utilizzata per curare malattie del sangue come anemie, talessemie e altre patologie che finora trovano una possibilità di cura solo col trapianto di midollo o col cordone ombelicale, anche se servono più donatori e disporre di una nuova fonte di staminali sarebbe risolutivo.