Schizzano i premi per le polizze dei medici. I ginecologi i più denunciati

Redazione DottNet | 25/06/2009 21:17

medicina-generale sanità

Aumentano fino al 195% i premi assicurativi per la copertura dei medici. ''I ginecologi, tra le categorie più denunciate, arrivano a pagare fino a 10.000 euro l'anno per difendersi da eventuali accuse, contro i 5.000 euro dei chirurghi''.

Lo ha detto Maurizio Maggiorotti, presidente dell'Associazione Medici accusati di Malpractice Ingiustamente (Amami), a margine del convegno 'Gli errori nella sanità', in cui è stato presentato il Ddl 'Nuove norme in materia di responsabilità professionale del personale sanitario'. Tra le proposte, l'introduzione della responsabilità della struttura in cui opera il medico, con l'obbligo di arrivare ad una conciliazione previa valutazione di un'apposita Commissione. Nel Ddl, inoltre, sono previsti la creazione di un Albo dei periti, costituito da medici specializzati, e di un osservatorio nazionale che raccolga tutti i dati sulle denunce e sulle eventuali responsabilità e condanne. Secondo Maggiorotti, infatti, ''non esistono dati certi sul numero di denunce e i dati presentati dal Tribunale del Malato e dall'Associazione nazionale imprese assicuratrici (Ania) andrebbero corretti, perchè - ha spiegato il presidente dell'Amami - sono relativi a lamentele di qualsiasi tipo, dunque non necessariamente errori medici''.