Psoriasi aumenta di un terzo il rischio di infarto

Redazione DottNet | 05/08/2008 11:49

La psoriasi apre le porte all’infarto miocardico. “Non si tratta infatti solo di una malattia della pelle, che si manifesta con chiazze rosse e screpolature di varia grandezza, ma di una patologia sistemica infiammatoria che accelera il processo aterosclerotico, uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare.

E, soprattutto nei giovani malati di psoriasi, il risultato è che il rischio di infarto è tre volte più elevato rispetto alla popolazione generale”. A sottolinearlo è Patrizio Mulas, presidente dell’Associazione dermatologi ospedalieri italiani (Adoi).
“La psoriasi – dice l’esperto – insorge nel 60% dei casi entro i 40 anni e se non diagnosticata e trattata adeguatamente innalza il pericolo di incorrere in problemi cardiovascolari fra cui l’infarto miocardico. Questo perché si tratta di una patologia sistemica infiammatoria autoimmune che, oltre ad avere conseguenze negative sulla salute psicofisica, rappresenta dunque anche un fattore di rischio cardiovascolare da tenere presente”.
 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato