Approccio multidisciplinare per la diagnosi e la prevenzione delle malattie muscoloscheletriche nell' ambiente di lavoro

Oculistica | Redazione DottNet | 30/06/2009 09:59

Nella sezione di Medicina del lavoro, Igiene e Tossicologia Industriale della Seconda Università degli studi di Napoli è stato effettuato un follow-up a lungo termine per dare il giusto valore alle possibili cause responsabili dei disordini muscolo-scheletrici e per capire la giusta terapia da applicare.

Si è cercato di capire con un metodo olistico non solo l’entità e il punto danneggiato ma sono state effettuate anche delle ricerche in altri distretti del corpo, in particolare sono stati individuati i recettori periferici responsabili delle manifestazioni patologiche. Il metodo è stato usato su 61 VDU e consiste in un esame della rachide (come il metodo EPM), dalla postura, un esame odontologico, oculistico, pediatrico e psicologico. Lo studio ha permesso di sottolineare tempestivamente i disturbi muscolo-scheletrici non solo nei soggetti sintomatici ma anche in quelli asintomatici diventando così un importante strumento di prevenzione, di definizione diagnostica e medico-legale delle patologie studiate.

Per saperne di più:

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato