Nuovo ACN: la Confederazione Italiana Pediatri chiede una convocazione urgente alla SISAC

Redazione DottNet | 30/06/2009 15:32

FIMP cardiopatie nutrizione prevenzione

La Confederazione Italiana Pediatri non ha ancora superato le perplessità legate all'adesione al rinnovo dell'ACN, peraltro firmato a tempo di record dalla FIMP. Sono diversi i punti oscuri, oltre al miserevole incremento stipendiale e all'aumento degli obblighi burocratici che vanno ha scapito dell'assistenza.

I punti controversi più eclatanti riguardano comunque: la mancanza di una data certa di scadenza del Contratto, e ciò, oltre a disincentivare l'apertura di tavoli contrattuali, potrebbe comportare, in una indefinita tornata di trattative, l'impossibilità di maturare arretrati; l'assenza di una dichiarazione congiunta relativa al pagamento dell'IRAP, nella quale si specifichi il ruolo del collaboratore di studio, utile per escludere l'autonoma organizzazione ed evitare così l'iniquo pagamento dell'IRAP stessa; infine l'obbligo di trasmettere dati sensibili pediatrici senza una norma esplicita di tutela della riservatezza dei dati, a salvaguardia del pediatra e dell'assistito. Chiederemo alla SISAC una convocazione urgente per poter modificare almeno queste parti al fine di apporre una firma solamente "tecnica" su un contratto che comunque riteniamo penalizzante per la categoria. A sostegno di quanto richiesto si fa notare che i dubbi esplicitati dalla CIPe sono stati recepiti nell'ACN della Medicina Generale.