Veneto: regione aumenta quantità dispositivi gratuiti per diabetici

Redazione DottNet | 01/07/2009 16:05

Innalzati nel Veneto i limiti quantitativi, precedentemente stabiliti, per la messa a disposizione di siringhe per insulina, aghi per iniettori a penna, reattivi rapidi per l'autocontrollo di glicemia, glicosuria e chetonemia. La decisione è stata presa dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Sanità, Sandro Sandri. Le decine di migliaia di malati di diabete in Veneto potranno quindi approvvigionarsi gratuitamente nelle farmacie della quantità di dispositivi effettivamente loro necessaria per l'autocontrollo della patologia e l'autosomministrazione dei farmaci.
 

"Questa decisione - sottolinea Sandri in una nota - è stata presa per migliorare la qualità di vita delle persone colpite da una patologia molto invalidante, accogliendo le proposte dei medici che seguono i pazienti e anche le istanze avanzate dagli assistiti interessati. La quantità dei dispositivi messi a disposizione sarà così commisurata alle necessità effettive del paziente, che deve potersi approvvigionare gratuitamente di quanto necessario all'autosomministrazione di farmaci e all'autocontrollo, e deve poterlo fare con il minor disagio possibile". Quindi, nel provvedimento della Giunta regionale, si prevede anche che la prescrizione medica non sia più obbligatoriamente mensile, ma diventi bimestrale, riducendo così sensibilmente la necessità per i pazienti di rivolgersi agli ambulatori e alle unità operative mediche, semplificando la vita alla gente e diminuendo notevolmente il numero di accessi alle strutture. Nel Veneto si contano circa 170.000 malati di diabete e si stimano circa 20.000 nuovi casi l'anno. "I dati epidemiologici - sottolinea Sandri - dimostrano come il diabete sia in aumento e, insieme all'obesità, rappresenti anche un problema di tipo socio-comportamentale, indotto anche da errati stili di vita. Non a caso - conclude l'assessore - la Regione sta definendo uno specifico progetto e ha organizzato a dicembre la prima Conferenza regionale sul diabete i cui esiti sono preziosi per stabilire le migliori modalità di prevenzione, cura e assistenza a questi cittadini".

 

I Correlati

I Correlati

Widget: 91798 (categoria) non supportato