Nuova influenza, aumentano i casi, due resistono ai farmaci

Redazione DottNet | 03/07/2009 08:44

medicina-generale oms sanità infarto sonno

Cresce l'allarme sul fronte nuova influenza. Mentre il ministro della Sanità britannico Andy Burnham ha annunciato che la Gran Bretagna potrebbe essere sull'orlo di un'epidemia di influenza da suini, con fino a 100.000 nuovi casi al giorno entro la fine di agosto ( quindi tre milioni di casi in un mese), gli infettivologi stanno puntando l'attenzione su due casi di nuova influenza da virus H1/N1 resistenti all'antivirale Tamiflu, registrati in Danimarca e Giappone. Secondo l'ultimo aggiornamento dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), sono 77.201 i casi di nuova influenza registrati nel mondo, 6.308 in più rispetto all'aggiornamento precedente del 29 giugno, e 332 i decessi. Dagli ultimi dati si evidenzia un sostanziale arresto nel numero di infezioni negli Stati Uniti, dove non si sono registrati nuovi casi, e un aumento sostanziale dei nuovi casi in Gran Bretagna, Tailandia e Brasile.
 

- ITALIA: in base all'ultimo aggiornamento fornito dal Ministero della Sanità, nel nostro Paese sono 130 i casi confermati, di cui sette registrati ieri. La regione in cui più si è diffuso il virus è il Lazio, con 51 casi, seguito dalla Lombardia con 21. In generale, il centro Italia è l'area più colpita, mentre al Sud si registrano solo 11 casi, sei in Sicilia, tre in Puglia e due in Campania.
- EUROPA: la situazione più critica si registra in Gran Bretagna dove, dall'ultimo aggiornamento, i casi sono aumentati di 2288 unità in due giorni, passando da 4250 a 6538. Inoltre, secondo quanto affermato oggi dal ministro della Sanità britannico, la Gran Bretagna potrebbe essere sull'orlo di un'epidemia di influenza da suini con fino a 100.000 nuovi casi al giorno entro la fine di agosto, un dato che niente ha a che vedere, comunque, con i numeri della diffusione dell'influenza stagionale, in genere molto più alti. In Danimarca è stato registrato il primo caso di virus resistente all'antivirale Tamiflu, considerato però dall'Oms 'un caso isolato'. In Europa restano a quattro, tre in Gran Bretagna e una in Spagna, le vittime a causa dell'infezione da virus dell'influenza A H1/N1.
- MONDO: Il ministero della salute giapponese ha reso noto l'identificazione del primo caso di mutazione del virus A H1/N1 resistente all'antivirale Tamiflu. In Tailandia, con 640 casi in più, il numero di infetti è quasi raddoppiato, considerando che dall'ultimo aggiornamento erano 774 i casi registrati. Anche in Brasile casi in aumento: da 452 registrati il 29 giugno, sono passati a 680. Non si sono registrati nuovi casi, invece, negli Stati Uniti e continuano a non esserci decessi in Messico. Infine, il nuovo ministro della Sanità dell'Argentina, Juan Manzur, ha reso noto che i morti nel paese per la nuova influenza sono ''43 o 44''.