Molinette Torino, convegno su artrosi cervicale

Redazione DottNet | 07/07/2009 17:11

artrosi paziente traumatologia antibiotico gastroenterologia pediatria ulcere

Ha per titolo 'La chirurgia dell'artrosi cervicale, oggi' il convegno nazionale tenutosi all'ospedale Molinette di Torino. L'appuntamento, nell'Aula magna del Centro congressi, è stato organizzato da Antonio Solini, primario di ortopedia e traumatologia dell'ospedale torinese.

L'artrosi cervicale è una malattia molto frequente, visto che circa 10 milioni di italiani soffrono di disturbi cervicali da artrosi. Lo scopo del convegno - si legge in una nota dell'ospedale torinese – è stato quello di trasmettere il messaggio che oggi è possibile trattare questi pazienti chirurgicamente e, se si interviene precocemente, riuscire a risolvere definitivamente i loro problemi di deambulazione e di autonomia funzionale. L'artrosi cervicale si può considerare un evento fisiologico, come i capelli bianchi. Il rachide cervicale è il tratto più mobile della colonna e pertanto è soggetto a usura, a consumo e ad artrosi. E' praticamente impossibile che un over 60 non abbia manifestazioni anatomiche di artrosi cervicale. Nella maggior parte dei casi, tali manifestazioni sono asintomatiche. Spesso però la sintomatologia, pur dolorosa e fastidiosa per il paziente, non comporta gravi conseguenze neurologiche. Sono soprattutto le compromissioni neurologiche, radicolari o midollari che fanno diventare gravi le manifestazioni cliniche della malattia. L'artrosi cervicale può restringere il canale vertebrale in cui passa una struttura nervosa importantissima e danneggiarla: il midollo spinale. Dal verificarsi di tutto ciò - concludono gli esperti - consegue la perdita progressiva dell'uso degli arti inferiori fino alla paraparesi con l'impossibilità della deambulazione.