Sanità Toscana: delibera giunta per abbattere liste d'attesa

Redazione DottNet | 10/07/2009 16:48

ecografia

Il meccanismo, comprensivo di bonum-malum, è analogo a quello introdotto nel febbraio del 2006 per le sette principali visite specialistiche (cardiologica, ginecologica, oculistica, neurologica, dermatologica, ortopedica e otorinolaringoiatria) ed esteso nel novembre dello stesso anno (con l'obbligo di rispettare il tempo massimo di 30 giorni) a circa 120 prestazioni di radiologia scheletrica e diretta d'organo, di radiologia tradizionale e di ecografia.
 

Ma il ventaglio è  destinato ad allargarsi ancora. A partire dal 1 gennaio 2010 infatti il primo accesso entro 30 giorni dovrà essere assicurato dalle Asl anche per le visite specialistiche di allergologia, reumatologia, endocrinologia e pneumologia. Per ottenere questo risultato, spiega una nota, i Comitati di area vasta, che svolgono compiti di programmazione e coordinamento delle prestazioni e dell'organizzazione sanitaria, sono tenuti a presentare progetti per incrementare le competenze specialistiche necessarie per raggiungere l'obiettivo. Il provvedimento interviene infine con grande energia sul problema della diagnostica strumentale, per assicurare ai cittadini un accesso in tempi più rapidi e tempestivi alle prestazioni di risonanza magnetica, Tc e Ecocolor-doppler. Ogni Area vasta dovra' disporre a partire dal primo settembre 2009 di almeno un polo radiologico ad alta produttività, che disponga di tecnologia di Risonanza magnetica ad alta e bassa intensita' di campo, attivo tutto l'anno, giorni festivi compresi, oltre le 12 ore giornaliere e di norma dalle 7 del mattino alle 23.